Come creare un blog: la Guida Definitiva per creare un Blog di Successo !

Come Creare un blog

Ciao e Benvenuto o Benvenuta su Servizi WordPress! Oggi ti spiego come creare un blog.

Sicuramente avrai già letto molte guide su questo argomento, ma in questa guida cercherò di essere il più sincero possibile e cercherò di guidarti in un mondo nuovo è pieno di sfide.

Creare un blog , è veramente una figata, non è come scrivere dei post su un Social Media, che rimangono li e non sai se domani qualcuno li legge, ma è una cosa tua che rimane per sempre e se sei bravo può diventare anche una fonte di guadagno.

La domanda che ti stai facendo sicuramente è questa: ma come si fa ad aprire un blog per diventare un blogger professionista….?

Sicuramente, ci vuole impegno, costanza e studio, ma come ci sono riuscito io e molti altri ce la puoi fare anche tu 😉

Sei pronto o pronta per iniziare?

Perfetto andiamo avanti…

Come creare un blog personale

DIGITAL MARKETING

Se hai pensato di creare un Blog personale, non potevi scegliere il momento migliore. Oggi tutti utilizzano internet e tutti sono in grado di raggiungere un sito web o un blog.

Gli strumenti che puoi trovare in rete per creare un blog personale, sono facilissimi da usare e puoi riuscire addirittura a guadagnare con un blog, se hai chiaro in mente quale sono gli obbiettivi che vuoi raggiungere con il tuo Blog.

Una cosa che devi fare da subito, è capire che dovrai lavorare sodo per portare avanti il tuo progetto e che non esiste nessuna formula magica, che ti faccia arrivare in vetta al tuo progetto.

Se sarai in grado di creare un blog che piace alla tua nicchia, e avrai argomenti validi da offrire ai tuoi utenti, sicuramente il tuo blog sarà un blog di successo.

 

Come creare un Blog di successo

BLOG

Per creare un blog di successo, ci vuole dedizione come ti dicevo poco fa e non solo…

Un blog di successo si costruisce con il sacrificio, oltre che con una programmazione, con dei contenuti validi e con un occhio al posizionamento nei motori di ricerca del blog.

La verità è che aprire un blog di successo richiede sacrificio.

Creare un blog è un lavoro, se vuoi raggiungere dei risultati.

Tante guide che hai letto tu e che ho letto anche io dicono: “Una volta avviato il tuo blog bastano 4 ore a settimana”….

Si, questo è possibile ma dopo che hai raggiunto la vetta, il tuo blog ha 800.000 visite al mese, hai una redazione e dei collaboratori che scrivono gli articoli al tuo posto, controllano la SEO, fanno la ricerca delle parole chiavi, rispondono alle mail, studiano il mercato per darti delle proposte e tu fai il manager……….

Ma io credo che non esista una situazione così ideale.

Non ti dico questo per scoraggiarti ma solo perché vorrei che tu capissi che creare un blog è un impegno e come tutti gli impegni o ti ci dedichi e ci dai dentro, altrimenti avrai sprecato del tempo.

La differenza tra arrendersi e fallire entra in gioco in questo momento:

  1. Chi gioca con il computer non si vuole impegnare e molla prima di tre mesi, non impara niente e quindi perde tempo.
  2. Chi vuole creare un blog di successo, invece, può anche fallire un progetto per mille motivi ma impara dagli errori, si rialza e ricomincia con una nuova sfida.

Molti influencer di successo del settore hanno provato e riprovato fino a quando sono riusciti a mettere a punto il progetto che volevano portare avanti e alla fine sono arrivati in vetta.

Qualcuno ha anche fallito, qualcun altro è riuscito a mettersi in scia dopo più di 2 anni ma alla fine sono arrivati in alto e oggi vivono lavorando con il loro blog o sito.

Come creare un blog e guadagnare

Si può guadagnare lavorando con un blog o un sito web?

Si c’è chi è arrivato in vetta e ci è riuscito

Salvatore Aranzulla: sicuramente nelle ricerche su Google ti sarai imbattuto in un articolo di Salvatore Aranzulla. Il sito di Aranzulla contribuisce anche a portare traffico al quotidiano online IL MESSAGGERO. Salvatore a creato un impero con i suoi articoli, che sono dei semplici tutorial che semplificano la vita delle persone. Il sito conta milioni di accessi al giorno è valutato circa 3,92 milioni di dollari ed ha come socio unico proprio Salvatore Aranzulla.

Marco Ronco, alias Ryuichi: ha iniziato con Nanodà.com, portale Manga, con il quale è arrivato ad avere circa 800mila visite al mese, poi ha creato “Costruire web”, sito che ha proseguito il trend positivo già riscosso con Nanodà.com. Successivamente è partito con due progetti più grandi, 2 infoprodotti che gli hanno fatto guadagnare cifre importanti e sono rispettivamente Posizionamentomotoridiricerca.com e Costruireunsito.it. Marco Ronco è stato intervistato da Samuele Onelia di Italian Indie > Fatti queste 5 domande prima di lanciare un business on line

Il Taglia Blog di Davide Pozzi: Davide già pioniere della rete è riuscito a creare un blog specializzato nella SEO che è oggi uno dei più seguiti in Italia. Davide ha reso il suo blog un caso di successo, fonte d’inspirazione per molti giovani che vogliono iniziare.

Dario Vignali: ha creato il suo blog personale DarioVignali.net che in solo 6 mesi è riuscito a diventare uno dei blog più seguiti del web, grazie alla guide, ai “Report” e ai corsi di web marketing creati da Dario per i suoi utenti. Se ti interessa segui l’intervista che Samuele Onelia ha fatto a Dario per Italian Indie > Creare un blog di successo in 6 mesi non è impossibile.

SOS-WP.it di Andrea di Rocco: un punto di riferimento per il mondo di WordPress. Andrea ha creato un sito web con uno scopo ben definito, quello di aiutare gli utenti che si avvicinano al mondo di WordPress per creare un sito web. Andrea è stato intervistato da Samuele Onelia per Italian Indie > Come si costruisce un business online di successo in tre mesi.

Andrea Giuliodori per Efficacemente.com: blog per la crescita personale. Andrea racconta di avere lanciato questo progetto nel 2008 come un hobby e questo hobby oggi è diventato un punto di riferimento per il web italiano, fino ad arrivare a guadagnare cifre a sei zeri. Se vuoi approfondire, dai uno sguardo a questa intervista di Samuele Onelia per Italian Indie > Come Efficacemente è diventato un business a sei cifre – con Andrea Giuliodori

Lorenzo Novia per Webipedia: ha lanciato il progetto Webipedia che aiuta a crescere gli utenti di WordPress attraverso dei Video Corsi mirati. E’ stato citato da molti quotidiani di rilievo come: Il Messaggero, La Repubblica, Il Fatto Quotidiano, Panorama e anche dal sito I Nomadi Digitali

Robin Good per Masternewmedia.org: passa da dipendente per la FAO a Internet per creare un futuro indipendente, riesce a fatturare quasi 1 milione di $ con la pubblicità di Google e a creare il POP CAMPUS per dare voce ai nuovi talenti del web. Robin Good è stato intervistato da Samuele Ornelia per Italian indie > Fatturare un milione di dollari a Google perdere tutto e rialzarsi.

Come puoi vedere anche tu queste persone ci sono riuscite veramente.

Uno su tutti Salvatore Aranzulla.

E ce ne sono tante altre, che lavorano su internet ma sono meno conosciute.

Non dire si ma però…… se vuoi ce la puoi fare, magari non in cinque passi, non in tre giorni, ma con costanza e voglia di arrivare in alto e metti in preventivo che devi farti il mazzo.

Tutti quelli che ci sono riusciti, all’inizio erano come te e come me,  poi con costanza e studio sono riusciti a creare un progetto che ha funzionato.

Quanto si può guadagnare con un blog?

Come hanno fatto questi big a guadagnare con il loro blog?

CONVERSION RATIO

Molto semplice, ognuno di loro ha creato dei prodotti per i propri utenti.

Prima di tutto ricordati una cosa, prima di pensare a guadagnare devi concentrarti sul creare un blog che funziona sotto tutti i punti di vista, dopo di che quando ti sarai guadagnato la stima e la fiducia dei tuoi utenti, puoi iniziare a creare un programma di monetizzazione.

Ci sono molte fonti che si possono trasformare in guadagno con la giusta programmazione e studio.

Quanto guadagnano?

Ho sentito parlare di cifre importanti per infoprodotti, 60mila euro, 100mila euro, c’è chi fa pagare gli spazi pubblicitari per ospitare pubblicità sul proprio blog, chi ha guadagnato 2000€ al mese con la pubblicità di Adsense, chi vende video corsi che partono da un minimo di 10€ ad un massimo di 100€.

Quindi, meglio il sito funziona, più è riconosciuto dalla comunità e più riesce a monetizzare.

Quello a cui devi pensare se vuoi monetizzare, è di risolvere un problema.

Individua un problema, trova una soluzione valida e crea un prodotto di qualità.

Capito? Bene!

Adesso vediamo velocemente come creare un blog con WordPress.

Come creare un blog con WordPress

Cosa ti serve per creare un blog?

  1. Hosting web e Dominio internet
  2. WordPress.org
  3. Tema WordPress professionale
  4. Nicchia di mercato
  5. Contenuti
  6. Social Network

questo è quello che ti serve per iniziare ad aprire un blog, utilizzando WordPress.

Perchè scegliere WordPress.org e non WordPress.com?

In breve: con WordPress.com sei limitato, non sei il proprietario, non puoi installare i plugin che vuoi, non puoi inserire pubblicità o creare prodotti. Con WordPress.org il sito lo fai come vuoi, installi quello che vuoi, i plugin che vuoi, sei il proprietario e decidi tu cosa fare del tuo sito web.

Per approfondire puoi leggere questa guida: “WordPress.org vs WordPress.com

 

Quanto costa creare un blog

MONEY

Metti in preventivo come investimento iniziale almeno 200€.

Come? 200€ sono molti?

Questo è il tuo progetto, il tuo sogno nel cassetto, pensi che il tuo progetto valga meno di 200€??……..

Allora lascia perdere ma ricordati che se pensi da mediocre il risultato del tuo progetto sarà mediocre.

Lo sai quanto costa aprire un negozio?

Se devi comprare una licenza, gli strumenti per iniziare, il materiale da vendere, lo staff, il commercialista ecc. spendi dai 100.000€ in su.

Qui apri un negozio on line con 200€.

Chiaro? Se vuoi un blog che funziona punta su prodotti di qualità altrimenti andrai incontro ai problemi che hanno avuto tanti prima di te, tipo il sito che s’impalla, il tema che non si aggiorna, il supporto dell’hosting che non risponde alle mail….

Lascia perdere, dammi retta, inizia con il piede giusto.

Andiamo avanti.

Quale hosting WordPress scegliere per creare un blog

Hosting WordPress

Quale servizio di hosting scegliere?

Come ho spiegato in questa guida che ti potrebbe essere utile per creare il tuo blog “Come fare un sito con WordPress” ho consigliato SiteGround sia per la qualità del servizio, sia per come SiteGround, in tutti i modi, cerca di essere il numero uno.

Ho scritto un articolo su SiteGround  che puoi leggere per prendere spunto e poi fare la tua scelta. Io personalmente ho scelto SiteGround perché cercavo un servizio valido e di qualità.

Ho testato il servizio in tutti i modi possibili, ho comprato e disdetto servizi, ho testato il supporto on line, ho trasferito un paio di siti e anche i nomi a dominio per i siti, ho fatto e rimontato i backup, sempre rompendo le scatole all’assistenza on line.

E devo dire che ha sempre funzionato, tutto e bene, cosa che non potevo dire del precedente Hosting al quale mi ero affidato.

La differenza tra un hosting economico e SiteGround è che con un hosting economico per WordPress sono più i problemi che le soluzioni che vengono offerte. Oltre ai servizi scadenti che vengono offerti anche l’assistenza lascia abbastanza a desiderare, a volte è addirittura inesistente.

Rimani sempre con il tuo problema da risolvere e il tuo sito web o blog che ogni 2 giorni si impalla e ti fa perdere utenti e soldi.

Con SiteGround questo non succede, l’assistenza online ti risolve il problema direttamente dalla chat on line.

Un hosting low cost può andare bene se sei agli inizi, hai poco traffico e non hai troppe pretese.

Diciamo che va bene se vuoi sperimentare.

Vediamo adesso quale piano scegliere con SiteGround:

SiteGround mette a disposizione 3 piani:

StartUP

Per chi è agli inizi, per blog o siti web fino a 10.000 visite mensili. Può ospitare un solo sito web. Unica contro indicazione che ho trovato in questo piano è che non dispone di un backup ma deve essere acquistato separatamente.

Growbig

Questo piano di hosting WordPress è pensato per siti web o blog  che hanno fino a 25.000 visite mensili. Può ospitare quanti siti o blog vuoi e puoi utilizzare tutte le funzioni del SuperCacher che aiuta a velocizzare la gestione della cache di un blog fatto con WordPress.

GoGeek

Qui già parliamo di siti che hanno 100.000 mila visite al mese, è un piano indicato per siti già avviati o per siti di grandi dimensioni. Potrebbe essere indicato anche per un eCommerce.

Da considerare che GrowBig include tutte le opzioni e gli strumenti del piano StatUp e il piano GoGeek a sua volta include le opzioni e i tools previsti sia per StartUP che per GrowBig con l’aggiunta di strumenti dedicati. Per capire meglio di cosa sto parlando, clicca sui nomi dei piani sottolineati per visualizzare le opzioni per ogni plan.

Quando scegli un Hosting valuta sempre che sia:

  • Affidabile
  • Sicuro

e che abbia:

  • Supporto Efficente
  • Prodotti di Qualità

Non ti soffermare solo sul costo altrimenti per risparmiare pochi € all’anno rischi di avere continuamente problemi e di compromettere il tuo progetto.

SiteGround ti da le giuste Garanzie a un prezzo giusto per i servizi che offre.

Come scegliere un nome per il tuo blog

nome dominio

Che cos’è il dominio internet? Te lo spiego in modo semplice: è il nome con il quale verrà raggiunto il tuo blog dal web.

E’ composto dalla prima parte che è www. ed equivale a World Wide Web ovvero rete di grandezza mondiale, da una seconda parte che prevede il nome del blog e infine da un’estensione.

Il tutto appare così: www.ilblogdimario.it.

Digitando questo indirizzo da un computer connesso a internet con un browser come Chrome, Firefox, Safari, Internet Explorer o altri simili, gli utenti saranno in grado di raggiungere quell’indirizzo web.

Che criterio si utilizza per scegliere il nome per un blog?

Dipende dal progetto che vuoi realizzare.

Se punti al personal brand, ovvero vuoi creare una tua immagine personale, aprire un blog personale, tipo DarioVignali.net, puoi tranquillamente utilizzare il tuo nome e cognome, oppure se vuoi creare un blog aziendale, utilizza il nome della rispettiva azienda.

Se l’azienda non esiste ancora, utilizza un nome che possa identificarla, cerca di utilizzare un nome facile da ricordare o che identifichi chiaramente il prodotto di cui parli nel blog.

Che estensione devo utilizzare?

Dipende dal tipo di blog, se è un blog che tratterà argomenti in lingua locale potrebbe bastare utilizzare l’estensione .it, se sarà un blog commerciale o che ha argomenti o autori che scrivono in diverse lingue potrebbe andare bene anche l’estensione .com.

Se queste due soluzioni sono già occupate, una soluzione adeguata può essere la .net, altrimenti molti gestori mettono a disposizione molte altre soluzioni da valutare come .tv, .info e cosi via.

Quanto costa un domino internet?

Mediamente costa dai 5€ l’anno in su ma per esempio se acquisti il tuo piano hosting per WordPress con SiteGround il dominio internet è incluso nel prezzo, te lo regalano loro.

Altrimenti, se vuoi puoi acquistare il nome dominio separato dall’hosting e direzionare i namerserver sul servizio di hosting dove hai effettuato l’installazione di WordPress. Io per una questione di qualità e per facilitarti il tutto ti consiglio di comprare l’hosting web con SiteGround e sfruttare la possibilità di avere il nome per il tuo sito gratis per sempre.

Una volta acquistato l’hosting per WordPress e scelto il dominio internet passiamo a installare WordPress e a scegliere il tema  WordPress professionale  per il tuo blog e per concludere vediamo l’importanza dei Social NetWork.

Perchè scegliere WordPress per creare un Blogwordpress logo

WordPress è oggi il migliore CMS per creare un sito web o per creare un blog.

Cosa lo contraddistingue da gli altri CMS?

  1. Facilità di utilizzo
  2. Personalizzazione
  3. Prodotti disponibili
  4. Posizionamento e indicizzazione
  5. Flessibilità

Queste sono solo alcune delle caratteristiche che hanno fatto di WordPress il migliore CMS sul mercato.

Come ho già detto nelle guide precedenti il 25% dei siti web presenti in internet sono sviluppati con WordPress.

Questo Content Managment System è facilmente configurabile attraverso i plugin sia gratuiti che a pagamento e trovi un’infinità di prodotti dedicati dai temi professionali ai template gratuiti (anche se questi ultimi sono sconsigliati agli utenti che vogliono creare un business vincente).

Inoltre WordPress è ben visto dai motori di ricerca e quindi è in grado di offrire delle buone prestazione per il posizionamento nei motori di ricerca e quindi anche nella prima pagina di ricerca di Google senza grandi difficoltà.

Tutto questo fa di WordPress un CMS flessibile.

Che tipologia di blog posso creare con WordPress?

Tutte! Ti faccio un piccolo elenco per darti un’idea:

  • Blog personale
  • Blog lifestyle
  • Fashion blog
  • Blog per mamme
  • Blog per musica
  • Blog per cinema
  • Blog per auto
  • Blog per sport
  • Blog travel
  • Blog di cucina
  • Food blog
  • Blog per dieta
  • Blog Aziendale

e molte altre tipologie di blog o sito web.

E per ogni tipologia di blog puoi creare un infinità di contenuti e prodotti.

WordPress si adatta a tutto quello che vorresti fare nel web e non serve conoscere la programmazione.

Come installare WordPress per realizzare un blog

Il metodo più semplice per installare WordPress è quello di acquistare un servizio di hosting per WordPress che ti permette un installazione semplice con pochi click.

Tutto i nuovi servizi di hosting, ti danno la possibilità di installare WordPress con pochi passaggi. SiteGround ti guida passo passo nella configurazione del tuo account e all’installazione del tuo blog.

Quale tema WordPress usare per creare un blog

Temi WordPress

Per creare il tuo blog ti consiglio di utilizzare un tema WordPress professionale.

Con l’installazione di WordPress avrai a disposizione diversi temi WordPress gratis da scegliere (ne trovi almeno 5 già installati) e puoi installarne altri dalla barra di ricerca per i temi.

Ti dico però che se vuoi creare un blog di successo e quindi il tuo business on line è fortemente sconsigliato utilizzare un tema gratis.

Quelli poi che trovi gratis in rete, non li considerare proprio.

Il perché è semplice, non vengono aggiornati costantemente, non offrono le prestazioni e le configurazioni che può offrire un template premium per WordPress e alcuni hanno dei bug che consentono agli Hacker di mettere fuori uso il tuo sito facilmente.

Quindi se non vuoi prenderti un rischio acquista un tema premium.

Puoi facilmente capire da solo o da sola di cosa parlo confrontando un tema gratuito che trovi su WordPress e alcuni dei template professionali che ti riporto qui di seguito:

  • StudioPress
  • Divi
  • Schema
  • Enfold

Ti consiglio questi perché li ho testati e utilizzati, sono tutti ottimi, ognuno con le sue caratteristiche:

  • I temi di StudioPress e il Genesis framework sono un prodotto eccezionale. Questi temi, uniti al framework di genesis, risultano i migliori per avere un posizionamento nei motori di ricerca ma non lasciano molto spazio all’elasticita di configurazione dei Layout delle pagine. Tutto sommato se non hai grosse esigenze, StudioPress fornisce dei temi fantastici per creare un blog. Il genesis framework utilizza i microdati di Schema.org necessari per il posizionamento di un blog o sito web, cosa che non tutti i temi ancora hanno implementato.
  • Divi è un tema all’avanguardia per la configurazione dei Layout delle pagine e degli articoli. Dispone di molti pacchetti da integrare nel tuo sito o blog, ha un pagebuilder di facile utilizzo, tantissimi tools da utilizzare per il tuo sito o blog ma pecca un pochino lato SEO, ovvero per il posizionamento del tuo sito. Ho scritto una recensione per questo tema, la puoi leggere in questo articolo > Temi WordPress: Divi un tema da urlo!
  • Schema è il tema utilizzato da Davide Pozzi per il tagliablog. E’ un tema che utilizza i microdati, non ha un page builder ma integra dei plugin per la personalizzazione del template attraverso il pannello di controllo del Tema. Può essere tranquillamente utilizzato per un Blog.
  • Enfold è il tema utilizzato da SOS-WP.it e da Webipedia.it. E’ un tema molto flessibile, ha un page builder, può essere utilizzato sia per creare un sito web che per creare un blog. Mette a disposizione più di 20 template pronti per essere installati con pochi click.

Assicurati che il tema che scegli sia responsive, che abbia un page builder che ti può essere di aiuto, che sia programmato per la SEO e se ha i microdati di è ancora meglio.

Una volta scelto il tema, vediamo cos’è una nicchia di mercato

Scegliere una Nicchia per il tuo Blog

nicchia

La Nicchia è il segmento di mercato del quale fai parte. Mi spiego meglio. Una volta che hai deciso di cosa vuoi parlare nel tuo blog, farai parte di un settore dove puoi trovare altre persone che parlano di quello stesso argomento.

Quel settore specifico è una nicchia. Se scegli di parlare di “cucina”, il tuo settore di riferimento sarà la cucina e le sue sottocategorie.

Quindi dovrai confrontarti con tutti i blog che parleranno del tuo stesso argomento.

La definizione della nicchia di appartenenza ti aiuta anche a capire chi sono i tuoi utenti e quale contenuti sono più adatti per loro.

Cosa sono i contenuti, e perchè sono importanti per un Blog

contenuti

I contenuti sono tutto quello che inserisci nel tuo blog e che è destinato agli utenti del blog.

Se parli di “cucina” i contenuti saranno tutti gli articoli, le pagine e i prodotti inerenti la cucina che saranno destinati agli utenti che leggeranno il tuo blog.

I contenuti sono la parte più importante per un blog.

Dove prendo i contenuti per il mio blog?

I contenuti non li puoi prendere, quando scrivi per un blog devi scrivere le tue esperienze, devi parlare di qualcosa che conosci veramente, solo così potrai catturare l’attenzione di chi ti segue.

Se non hai contenuti da scrivere, prima impara, fai esperienza di un argomento e poi inizia a scrivere.

Quello che puoi fare è confrontare il tuo lavoro con il lavoro di chi è più bravo di te e cercare di fare meglio, ma i contenuti devono partire da dentro di te.

Cerca di intercettare i bisogni degli utenti della tua nicchia e trovare soluzioni da proporre, in modo tale da guadagnare la stima di chi ti legge. Parla solo di quello che sai, altrimenti rischi di fare brutte figure.

Creare un blog e interagire con i Social Network

social network

Oggi i social sono al centro della vita di tutti, quindi è assolutamente necessario essere presenti su social.

Quello che devi fare per raggiungere più persone possibili è collegare il tuo blog ai maggiori social network che esistono. Chi non usa i social network è tagliato fuori dal mercato di internet.

Quali social network usare?

Crea una pagina facebook, crea un account su Twitter, crea il tuo account su Instagram e crea una pagina su G+, anche se funziona un po’ meno degli altri.

Tutto questo può dare visibilità al tuo blog, portare traffico e aumentare la notorietà dei prodotti, articoli o pagine al tuo blog.

Inoltre puoi utilizzare strumenti come Facebook ADS che ti permette di creare vere e proprie campagne pubblicitarie a basso costo, da presentare a persone targhettizzate, ovvero selezionate in base a criteri che puoi impostare tu e che rispecchiano il target di persone che potenzialmente potrebbero essere interessate al tuo prodotto o blog.

Oltre a quanto detto sopra, i social network ti aiutano a creare vere e proprie community, alle quali potrai vendere i tuoi prodotti.

Puoi creare gruppi esclusivi e molto altro, tutto a vantaggio del tuo business e del tuo blog.

Conclusioni:

Di cosa abbiamo parlato in questo articolo:

  1. Come creare un blog
  2. Quale hosting per WordPress scegliere
  3. Cos’è un dominio internet e come sceglierlo
  4. Cos’è WordPress e perchè sceglierlo
  5. Come installare WordPress
  6. Perchè scegliere un tema professionale per WordPress e quale scegliere
  7. Cos’è una nicchia di mercato e cosa sono i contenuti
  8. Cosa sono i social network e perchè utilizzarli con il tuo blog

Adesso dovresti saperne abbastanza per capire come iniziare a creare il tuo blog.

Per terminare, ti lascio qui sotto dei consigli su quali corsi scegliere nel caso volessi approfondire degli argomenti nello specifico.

Grazie a presto

Raffaele

Dimenticavo, se questa guida ti è stata utile non dimenticare di condividere, a te non costa nulla…….. a me è costata un po’ di lavoro ;-).

 

Corsi Consigliati:

Webipedia.it

Webipedia

Su Webipedia.it puoi trovare numerosi video corsi per imparare a gestire il tuo blog. Puoi trovare corsi SEO, corsi per creare siti web, corsi per gestire la parte analitica del tuo blog, corsi per creare la tua Newsletter, corsi per guadagnare online. Trovi moltissimi corsi a costi contenuti. Tutti i corsi possono essere guardati online o scaricati su dispositivi fissi o mobili. Clicca sul banner accanto per andare direttamente al sito di Webipedia.

 

Altrimenti puoi dare un’occhiata alla pagina > Video Corsi

 

Posizionamento motori di ricerca

posizionamento motori di ricerca

Posizionamento Motori di Ricerca è un altro prodotto di Marco Ronco sviluppato con Gabriele Riondino. Il Video Corso è incentrato sulla SEO ovvero Search Engine Optimization. In parole povere, sull’ottimizzazione dei siti web e dei blog per ottenere il migliore posizionamento possibile nei motori di ricerca. Senza trucchi o inganni, Marco e Gabriele spiegano le tecniche per riuscire a posizionare un sito. Più di 60 videolezioni, non solo SEO, ma gestione del sito o blog e in più come creare un ebook, come creare una guida, come creare un video per il tuo sito, come creare una presentazione per il tuo corso.

Clicca sul banner qui accanto per scaricare i primi 3 video gratuiti.

Mi sembra di averti detto tutto.

A presto

Raffaele

Mi raccomando non dimenticare di condividere l’articolo 😉

Guida per WordPress
Torna su
close

Strumenti per WordPress

 Mini Video-Corso Gratuito